Twitter

#cappottomio: #superbonus #100% e cessione del credito. Ne parliamo con Francesco Santangelo – head of Relations & Initiatives in #enigaseluce. @eni

#Superbonus #110% – Un percorso #sostenibile - Alessandro Sugo - Director of Power & Gas Department and Energy & Efficiency di Autogas Nord tra poco alla #Genova Smart Week #GeSW20

Ancora pochi minuti e partirà la quarta giornata della Genova Smart Week. Alle 9.30 al via la sessione "Politiche e incentivi per la riqualificazione degli edifici" #GeSW20

Carica di più

Facebook

Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons

Vincenzo Nasini, presidente di Ape, Confedilizia Genova, spiega: “Ieri la Camera ha approvato l’emendamento al decreto Agosto relativo alle convocazioni e allo svolgimento delle assemblee di condominio. Se non si deliberano i lavori il meccanismo si inceppa e funziona solo per chi non è condominio. Confedilizia ha preso posizioni serie: c’è la necessità assoluta di uno spostamento della scadenza, altrimenti vi posso dire che l’esperimento è già fallito in partenza. Bisognerà come minimo convocare almeno tre assemblee condominiali e quindi la scadenza del 2021 è una presa in giro. Bisogna spostarlo almeno fino al 2024. Il secondo aspetto che mi preoccupa è il come devono essere deliberati questi interventi, visto che è stato deliberato che basta la maggioranza dei condomini senza quella dei millesimi, tutto questo si espone a impugnazioni non pensando a conseguenze. Maurizio Pucci, tesoriere di Confedilizia Genova aggiunge: «Abbiamo aperto uno sportello dedicato al Superbonus 110%, perché è una materia molto complessa. Abbiamo bisogno di regole, poche e chiare e questa normativa non è chiara, stanno uscendo interpretazioni contrastanti tra i vari ministeri, l’Enea e l’Agenzia delle Entrate in cui uno dice il contrario dell’altro. Questa è un’opportunità da sfruttare, bisogna utilizzare e sfruttare la normativa, perché le modalità con le quali è possibile usufruirne sono molteplici: parlo dello sconto in fattura, dell’inserimento in dichiarazione dei redditi o della cessione del credito. Il nostro consiglio, per esempio, è che è più facile sfruttare lo sconto in fattura”. ... See MoreSee Less

7 minuti fa

Vincenzo Nasini, presidente di Ape, Confedilizia Genova, spiega: “Ieri la Camera ha approvato l’emendamento al decreto Agosto relativo alle convocazioni e allo svolgimento delle assemblee di condominio. Se non si deliberano i lavori il meccanismo si inceppa e funziona solo per chi non è condominio. Confedilizia ha preso posizioni serie: c’è la necessità assoluta di uno spostamento della scadenza, altrimenti vi posso dire che l’esperimento è già fallito in partenza. Bisognerà come minimo convocare almeno tre assemblee condominiali e quindi la scadenza del 2021 è una presa in giro. Bisogna spostarlo almeno fino al 2024. Il secondo aspetto che mi preoccupa è il come devono essere deliberati questi interventi, visto che è stato deliberato che basta la maggioranza dei condomini senza quella dei millesimi, tutto questo si espone a impugnazioni non pensando a conseguenze. Maurizio Pucci, tesoriere di Confedilizia Genova aggiunge: «Abbiamo aperto uno sportello dedicato al Superbonus 110%, perché è una materia molto complessa. Abbiamo bisogno di regole, poche e chiare e questa normativa non è chiara, stanno uscendo interpretazioni contrastanti tra i vari ministeri, l’Enea e l’Agenzia delle Entrate in cui uno dice il contrario dell’altro. Questa è un’opportunità da sfruttare, bisogna utilizzare e sfruttare la normativa, perché le modalità con le quali è possibile usufruirne sono molteplici: parlo dello sconto in fattura, dell’inserimento in dichiarazione dei redditi o della cessione del credito. Il nostro consiglio, per esempio, è che è più facile sfruttare lo sconto in fattura”.Image attachment

Sarah Zotti, vicepresidente di Ance Genova sta moderando la sessione dedicata alle politiche e agli incentivi per la riqualificazione degli edifici:
“Abbiamo un governo che ci impone di realizzare lavori come il 110% in meno di un anno e mezzo e dall’altra parte ci obbliga a non trasferirci da un Comune all’altro, è chiaro che serve una proroga di queste misure. L’obiettivo è restituire edifici a una città che ne deve godere, ma i bonus non bastano, occorre diffondere la cultura della transizione energetica che passa sì per la riqualificazione degli edifici, ma deve passare anche dai condòmini. Non basta fare l’intervento sull’edificio”.
... See MoreSee Less

30 minuti fa

Sarah Zotti, vicepresidente di Ance Genova sta moderando la sessione dedicata alle politiche e agli incentivi per la riqualificazione degli edifici: 
“Abbiamo un governo che ci impone di realizzare lavori come il 110% in meno di un anno e mezzo e dall’altra parte ci obbliga a non trasferirci da un Comune all’altro, è chiaro che serve una proroga di queste misure. L’obiettivo è restituire edifici a una città che ne deve godere, ma i bonus non bastano, occorre diffondere la cultura della transizione energetica che passa sì per la riqualificazione degli edifici, ma deve passare anche dai condòmini. Non basta fare l’intervento sull’edificio”.

“Siamo vicini alla città in un momento di trasformazione così importante - dice Pietro Piciocchi, vicesindaco del Comune di Genova - visti gli strumenti rilevanti che si sono messi in campo. Questo è un momento di grande difficoltà, ma anche di opportunità e vince chi le sa sfruttare in tempo. Questi strumenti piacciono, ma c’è difficoltà a comprenderli”. Il primo supporto del Comune, spiega Piciocchi, è di facilitare la divulgazione delle informazioni. A metà di dicembre nei Magazzini dell’Abbondanza ci sarà personale specializzato che fornirà tutte le informazioni non solo agli amministratori, ma anche ai condòmini, con un occhio particolare verso il centro storico, alla luce del fatto che il Comune ha di recente presentato un piano di riqualificazione: “Abbiamo pensato di diventare soggetto divulgatore e facilitatore. Questo sportello farà di più, ora che sappiamo tutti i nomi dei proprietari di ogni edificio del centro storico grazie a un lavoro enorme di collegamento tra le banche dati. Questo personale andrà a contattare uno per uno i proprietari per incoraggiarli”. Dove gli incentivi non sono sufficienti a coprire costo dell’intervento, il Comune intende compartecipare con dei contributi. Tuttavia il tema delle proroghe è fondamentale, e il Comune di Genova lo ha proposto come Anci, Associazione nazionale dei Comuni italiani. Tursi intende essere al fianco degli operatori non stare alla finestra. Piciocchi annuncia che ci sarà anche uno sportello più specialistico per i professionisti negli uffici dell’urbanistica in modo da semplificare l’iter amministrativo. Un’unica interfaccia per il disbrigo di tutta la parte burocratica e per procedere velocemente all’avvio dei lavori. “L’importante è fare rete, come assessore alla Casa sono contento di aver spinto per la demolizione delle dighe di Begato. Stiamo ragionando in modo da approcciarci alla ricostruzione attraverso forme di partenariato pubblico-privato. Altra grande operazione è il Waterfront di Levante in cui la sinergia pubblico-privato è fondamentale. ... See MoreSee Less

54 minuti fa

“Siamo vicini alla città in un momento di trasformazione così importante - dice Pietro Piciocchi, vicesindaco del Comune di Genova - visti gli strumenti rilevanti che si sono messi in campo. Questo è un momento di grande difficoltà, ma anche di opportunità e vince chi le sa sfruttare in tempo. Questi strumenti piacciono, ma c’è difficoltà a comprenderli”. Il primo supporto del Comune, spiega Piciocchi, è di facilitare la divulgazione delle informazioni. A metà di dicembre nei Magazzini dell’Abbondanza ci sarà personale specializzato che fornirà tutte le informazioni non solo agli amministratori, ma anche ai condòmini, con un occhio particolare verso il centro storico, alla luce del fatto che il Comune ha di recente presentato un piano di riqualificazione: “Abbiamo pensato di diventare soggetto divulgatore e facilitatore. Questo sportello farà di più, ora che sappiamo tutti i nomi dei proprietari di ogni edificio del centro storico grazie a un lavoro enorme di collegamento tra le banche dati. Questo personale andrà a contattare uno per uno i proprietari per incoraggiarli”. Dove gli incentivi non sono sufficienti a coprire costo dell’intervento, il Comune intende compartecipare con dei contributi. Tuttavia il tema delle proroghe è fondamentale, e il Comune di Genova lo ha proposto come Anci, Associazione nazionale dei Comuni italiani. Tursi intende essere al fianco degli operatori non stare alla finestra. Piciocchi annuncia che ci sarà anche uno sportello più specialistico per i professionisti negli uffici dell’urbanistica in modo da semplificare l’iter amministrativo. Un’unica interfaccia per il disbrigo di tutta la parte burocratica e per procedere velocemente all’avvio dei lavori. “L’importante è fare rete, come assessore alla Casa sono contento di aver spinto per la demolizione delle dighe di Begato. Stiamo ragionando in modo da approcciarci alla ricostruzione attraverso forme di partenariato pubblico-privato. Altra grande operazione è il Waterfront di Levante in cui la sinergia pubblico-privato è fondamentale.

... See MoreSee Less

2 ore fa

Plastic free onlus è nata il 29 luglio 2019 e ha già raggiunto oltre 200 milioni di utenti. Il presidente Luca De Gaetano spiega: “L’idea è nata dal mio consumo di plastica quotidiano, essendo uno sportivo ne consumavo parecchia. Mi sono documentato sulla gravità del problema e ho deciso di fare qualcosa, io sono un piccolo imprenditore e avendo investito e cresciuto startup in diversi settori tra cui la comunicazione e il marketing, così ho messo insieme tutto e creato una realtà che è riuscita a sensibilizzare oltre 200 milioni di utenti tramite il web, convertendoli in utenti appassionati di un’idea e di una storia, passando all’azione”. La plastica non solo inquina ma uccide: nell’ambiente finisce un camion di spazzatura al minuto ed è stata trovata plastica persino nella Fossa delle Marianne, il punto più profondo dell’Oceano Pacifico. Milioni di animali muoiono dopo aver ingerito plastica. L’uomo ingerisce 5 grammi di plastica alla settimana. Nel 2050 si stima che la plastica avrà un peso superiore a quello delle creature marine. “Oggi abbiamo 300 referenti delegati in ogni parte d’Italia, che creano gruppi per essere attivi su un determinato territorio per fare pulizie e altri progetti. In un giorno solo - racconta De Gaetano - abbiamo raccolto 31700 kg di plastica, in totale circa 200 mila kg di spazzatura rimossi fino a oggi. Purtroppo il Covid ha rallentato le iniziative che avevamo in programma per le scuole. Oggi stiamo cercando di donare colonnine d’acqua nelle scuole attraverso il contributo degli sponsor. Una stima ha calcolato l’uso di 1,6 miliardi di bottigliette di plastica nelle scuole italiane ogni anno. Ci stiamo impegnando anche per salvare le tartarughe marine in collaborazione con un centro di recupero nel Salento. Inoltre abbiamo unito anche il trekking alla raccolta con la sezione Plastic free walk, in fase di partenza anche il Plastic Free Diving, con 70 sub già pronti”. ... See MoreSee Less

13 ore fa

Plastic free onlus è nata il 29 luglio 2019 e ha già raggiunto oltre 200 milioni di utenti. Il presidente Luca De Gaetano spiega: “L’idea è nata dal mio consumo di plastica quotidiano, essendo uno sportivo ne consumavo parecchia. Mi sono documentato sulla gravità del problema e ho deciso di fare qualcosa, io sono un piccolo imprenditore e avendo investito e cresciuto startup in diversi settori tra cui la comunicazione e il marketing, così ho messo insieme tutto e creato una realtà che è riuscita a sensibilizzare oltre 200 milioni di utenti tramite il web, convertendoli in utenti appassionati di un’idea e di una storia, passando all’azione”. La plastica non solo inquina ma uccide: nell’ambiente finisce un camion di spazzatura al minuto ed è stata trovata plastica persino nella Fossa delle Marianne, il punto più profondo dell’Oceano Pacifico. Milioni di animali muoiono dopo aver ingerito plastica. L’uomo ingerisce 5 grammi di plastica alla settimana. Nel 2050 si stima che la plastica avrà un peso superiore a quello delle creature marine.  “Oggi abbiamo 300 referenti delegati in ogni parte d’Italia, che creano gruppi per essere attivi su un determinato territorio per fare pulizie e altri progetti. In un giorno solo - racconta De Gaetano - abbiamo raccolto 31700 kg di plastica, in totale circa 200 mila kg di spazzatura rimossi fino a oggi. Purtroppo il Covid ha rallentato le iniziative che avevamo in programma per le scuole. Oggi stiamo cercando di donare colonnine d’acqua nelle scuole attraverso il contributo degli sponsor. Una stima ha calcolato l’uso di 1,6 miliardi di bottigliette di plastica nelle scuole italiane ogni anno. Ci stiamo impegnando anche per salvare le tartarughe marine in collaborazione con un centro di recupero nel Salento. Inoltre abbiamo unito anche il trekking alla raccolta con la sezione Plastic free walk, in fase di partenza anche il Plastic Free Diving, con 70 sub già pronti”.

Comment on Facebook

Luca De Gaetano for President

La giuria degli stakeholder dell’Hackaton Blue ha premiato il progetto Genoa Ocean Agorà - more than surf. Il team composto da Luca Puce, Massimiliano Omero, Nicolò Di Tullio e Filippo Perata ha ideato una piazza sportiva in mare: un reef artificiale e un campo sportivo in mare delimitato da boe smart. Non solo surf, ma anche sport acquatici e molto altro, con un supporto logistico a terra. “Un’idea per dare uno spunto nuovo sull’utilizzo del mare a Genova”, ha spiegato Di Tullio e proprio questa motivazione ha spinto la giuria a premiarlo, pensando al Blue District come incubatore e facilitatore. ... See MoreSee Less

16 ore fa

La giuria degli stakeholder dell’Hackaton Blue ha premiato il progetto Genoa Ocean Agorà - more than surf. Il team composto da Luca Puce, Massimiliano Omero, Nicolò Di Tullio e Filippo Perata ha ideato una piazza sportiva in mare: un reef artificiale e un campo sportivo in mare delimitato da boe smart. Non solo surf, ma anche sport acquatici e molto altro, con un supporto logistico a terra. “Un’idea per dare uno spunto nuovo sull’utilizzo del mare a Genova”, ha spiegato Di Tullio e proprio questa motivazione ha spinto la giuria a premiarlo, pensando al Blue District come incubatore e facilitatore.Image attachment

Comment on Facebook

Grande Nico!💪

Load more