Urban and Building Regeneration with Smart Technologies

Mercoledì 27 novembre
9:00 – 13:30
Palazzo Tursi (Salone di Rappresentanza)

In ambito urbano sono molte le aree e gli edifici abbandonati o degradati. Un esempio è rappresentato delle aree industriali legate al precedente ciclo economico e delle infrastrutture a supporto (scali ferroviari, depositi). Spazi che possono diventare importanti occasioni per rigenerare quartieri e offrire servizi aggiuntivi ai cittadini, come aree verdi e punti di aggregazione. A Genova un’area come quella del Quadrante Valpolcevera, a seguito dell’abbattimento e ricostruzione del Morandi e alla dismissione delle aree ferroviarie, costituisce certamente un ambito-laboratorio di grande interesse e potenzialità anche in termini di partenariato pubblico-privato. La sessione si avvarrà anche di testimonianze ed esperienze di altre città metropolitane dove questi interventi sono già stati intrapresi o sono in corso (es. Milano scali ferroviari).

Main topics:

  • gli strumenti normativi per la rigenerazione urbana
  • gli strumenti economico finanziari e il partenariato pubblico-privato
  • dalla gentrificatione alla reindustrializzazione 4.0
  • le aree verdi nella rigenerazione urbana
  • le basi tecnologiche della rigenerazione urbana 2.0: digitale, banda larga wired e wireless, additive manufacturing,
  • servizi alla produzione, logistica su misura
  • nessuna rigenerazione è un’isola: l’integrazione con l’esistente
  • rigenerazione urbana e ruolo dei player globali: attori primari e catalizzatori d’interesse

TREND: #greencity #urbanregeneration #smartcity #valpolcevera

Chairman: Sarah Zotti, Vicepresidente, ANCE Genova

 

Chairman: Sarah Zotti, Vicepresidente, ANCE Genova

 

Saluti di benvenuto e interventi introduttivi

Simonetta Cenci, Assessore all’Urbanistica, Comune di Genova

Stefano Sibilla, Vicepresidente, Ordine degli Architetti Genova

Sarah Zotti, Vicepresidente, ANCE Genova

Vincenzo Nasini, Presidente, Associazione della Proprietà Edilizia della Provincia di Genova

Pierluigi D’Angelo, Presidente, ANACI Genova

 

Ore 9.30
Prima sessione: strumenti finanziari standard e tecnologie per la riqualificazione energetica e strutturale degli edifici

Strumenti finanziari meno conosciuti – bond, mini bond
Leonardo Frigiolini, Membro CdA, Capitalimpresa

Crediti di imposta e agevolazioni per la riqualificazione sismica e energetica degli edifici
Paolo Tamiro, CEO, Tax Credit 4.0

Resilienza e rigenerazione urbana: la sostenibilità in edilizia, dalle periferie agli edifici storici
Marco Mari, Vicepresidente, Green Building Council Italia

 

Interventi tecnici e case history

La riqualificazione energetica degli edifici con gli incentivi statali. Il Progetto “CappottoMio” di Eni gas e luce.
Giorgio Fontana, Responsabile Servizi Energetici, Eni gas e luce

Ecobonus e Sisma Bonus
Simone Benassi, Project Leader di Progetto Condominio, Enel X

Efficienza energetica negli edifici residenziali: l’esperienza di Duferco Energia.
Luca Masini, Direttore Commerciale, Duferco Energia

Iren Smart Solutions: passi concreti verso la rigenerazione Urbana
Claudia Carta, Responsabile Sviluppo Energy Solutions, Iren Smart Solutions

 

Chairman: Stefano Sibilla, Vicepresidente, Ordine degli Architetti Genova

Ore 11.30

Seconda sessione: I progetti delle città

 

MIND Milano Innovation District
Marco Dall’Orso, Chief Operating Officer, Arexpo

I progetti della città di Genova

Anna Maria Colombo, pianificazione ambientale, Comune di Genova

 

Progetto “Il Parco del Polcevera e il Cerchio Rosso”
Tommaso Bitossi, Project manager, Transsolar Energietechnik

Rigenera Sampierdarena: una visione guida per il futuro
Caterina Patrocinio, Membro gruppo Rigenera sampierdarena e Assessore al territorio del municipio Centro ovest, Comune di Genova

Il progetto UNALAB: un parco urbano nel quartiere Lagaccio
Anna Corsi, Direttore Urban Lab, Comune di Genova

Agli Architetti sono riconosciuti 4 crediti formativi
Ai Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili sono riconosicuti 3 crediti formativi
Ai Geometri sono riconosciuti 2 crediti formativi
Agli Ingegneri sono riconosciuti 3 crediti formativi

 

Italiano